AMBIENTE: QUANDO IL BIODIESEL PUO’ FARE LA DIFFERENZA
16 marzo 2018
PIU’ SALUTARI E SOSTENIBILI I NUOVI CONDIMENTI SPALMABILI
4 aprile 2018

LIEVITO DA ZUCCHERI: PIERO PASTURENZI ALLA GUIDA DEGLI INDUSTRIALI DI SETTORE

Il neopresidente del Gruppo interno ad ASSITOL, Piero Pasturenzi, ha una lunga esperienza nel settore. L’Italia è al terzo posto in Europa per produzione e, nel 2017, metà della produzione è stata esportata.

Piero Pasturenzi è il nuovo presidente del Gruppo Lievito da zuccheri di ASSITOL, l’Associazione italiana dell’industria olearia aderente a Confindustria.

Diplomato in agraria con una specializzazione in enologia, è dal 1976 che il neopresidente Pasturenzi lavora nel settore. Dal 2012 ricopre il ruolo di Technology Manager in AB Mauri, azienda attiva nella produzione di lieviti ed ingredienti per la panificazione e pasticceria, che ha sede a Casteggio (Pavia).

Il gruppo che è chiamato a presiedere rappresenta oltre il 90% del mercato italiano del comparto. “Il lievito rappresenta una grande eccellenza dell’agroalimentare italiano – sottolinea Pasturenzi – questo microrganismo, generato da un sottoprodotto agricolo come il melasso da zucchero, grazie alla sua origine naturale è ricco di proprietà essenziali per la nostra salute. Ma soprattutto, è, a tutti gli effetti, l’anima del pane, che grazie al suo apporto acquista gusto e fragranza”.

In Europa l’Italia occupa il terzo posto tra i Paesi produttori, dopo Francia e Germania. Secondo le ultime rilevazioni di ASSITOL, nel 2017 le aziende del comparto hanno prodotto 55mila tonnellate di lievito pressato e oltre 1600 tonnellate di lievito secco.

A trainare il settore, è il lievito di birra fresco, che i panificatori artigianali prediligono per la sua resa. Circa 25mila tonnellate della nostra produzione prendono la via dell’export, per un valore complessivo di oltre 16 milioni di euro. “I nostri acquirenti all’estero – spiega Pasturenzi – apprezzano ormai da tempo l’impegno delle nostre aziende a favore della qualità”.

Il lievito è essenziale anche per altri due settori rappresentativi dell’economia nazionale come vino e birra. Da questo straordinario cantiere biologico, inoltre, si originano una serie di produzioni diversificate: energetica con il bioetanolo, farmaceutica con i probiotici e le vitamine, cosmetica con gli estratti naturali.

“La sfida per il futuro – è l’auspicio del presidente del Gruppo Lievito da zuccheri di ASSITOL – sarà quella di valorizzare sempre di più la nostra vocazione alimentare, accanto a filoni innovativi, mettendo però sempre al centro del nostro lavoro la natura multiforme del lievito”.