OLIO DI SANSA: VOCAZIONE ALIMENTARE, RICERCA E SOSTENIBILITA’ PER IL RILANCIO DEL SETTORE
26 maggio 2020

CAMBIO AL VERTICE DI AIBI, GIOVANNI BIZZARRI E’ IL NUOVO PRESIDENTE

Direttore generale di Novaterra Zeelandia, succede a Palmino Poli  ai vertici dell’Associazione Italiana Bakery Ingredients. Collaborazione con le associazioni dei panificatori, promozione del consumo e dell’immagine del pane, sviluppo di progetti comunitari i punti principali del suo programma.

 

Cambio ai vertici di AIBI, l’Associazione Italiana Bakery Ingredients, aderente ad ASSITOL: l’assemblea annuale delle aziende produttrici di ingredienti per la panificazione e la pasticceria ha eletto Giovanni Bizzarri alla presidenza. Il suo predecessore, Palmino Poli, assume il ruolo di vicepresidente ed è inoltre delegato della presidenza per le fiere. Nel ruolo di vicepresidenti ci saranno inoltre Alberto Molinari, direttore generale di Puratos Italia, e Christian Skulte, titolare di Abs Food.

Classe 1956, sposato, con due figli, Giovanni Bizzarri è direttore generale di Novaterra Zeelandia, azienda specializzata nelle preparazioni per pane e pasticceria che ha sede ad Ossona (Milano). Laureato in Scienze delle preparazioni alimentari presso l’Università degli Studi di Milano, ex ufficiale dei Carabinieri, ha una lunga esperienza nell’industria alimentare: per molti anni ha lavorato in Nestlè, per poi passare, nel 2011, in Novaterra Zeelandia.

“Ringrazio Palmino Poli per il grande lavoro svolto in questi anni – ha dichiarato il neo-presidente – . Tuttavia, c’è ancora molto da fare. Il mondo del pane, oggi più che mai, ha bisogno di rafforzarsi con il coinvolgimento dell’intera filiera: il mio impegno vuole essere di pieno sostegno alle aziende associate in questo momento di crisi, valorizzando il loro ruolo nel comparto agroalimentare italiano”.

A tale scopo, tra i punti principali del suo programma, condiviso con l’assemblea di AIBI, il presidente Bizzarri ha inserito la collaborazione con le associazioni di categoria dei panificatori e con tutte le realtà dell’arte bianca, come i mugnai, a partire da temi comuni. L’auspicio è che sia finalmente possibile realizzare, tutti insieme, iniziative di promozione al consumo e di informazione sull’arte bianca.

 “In una fase complessa – ha osservato il presidente – occorre rilanciare la panificazione, sottolineando la capacità delle nostre aziende di ideare e preparare prodotti di alta qualità. Il contrasto alle fake news sul pane, troppo spesso demonizzato dai media, continuerà ad essere uno dei nostri punti di forza”. Anche per questo AIBI intende avvalersi dei progetti per l’utilizzo dei fondi comunitari.

Secondo i dati Cerved, l’85% del pane acquistato in Italia è quello fresco artigianale: in media se ne producono 1.500.000 tonnellate  l’anno, per un consumo pro-capite giornaliero di 80 grammi. “Non dobbiamo perdere questa grande forza – è la conclusione del presidente Bizzarri – ma stare al fianco dei panificatori, aiutandoli a creare pani, dolci e prodotti da forno apprezzati dai consumatori”.